Colloquio intermedio 2020

Ricordiamo che entro il 30 settembre è previsto lo svolgimento - anche in modalità a distanza -  del colloquio individuale intermedio 2020 (facoltativo, salvo casi specificati di seguito) e la verifica e illustrazione del grado di avanzamento degli obiettivi previsti dal Piano integrato 2020 (obbligatoria).

Segnaliamo a tal fine che:

  1. il colloquio intermedio tra valutatore (o suoi delegati) e valutato, inerente l'andamento del comportamento organizzativo del valutato rispetto alle attese nella prima parte dell'anno, è facoltativo.

Il colloquio intermedio deve, comunque, obbligatoriamente svolgersi:

  •  in caso di richiesta del Valutato
  •  in caso di significative modifiche di contesto che richiedano un adeguamento delle attese rispetto a quelle definite nel colloquio iniziale o in caso di significativo scostamento delle competenze organizzative dimostrate dal Valutato rispetto al suo standard abituale, allo standard dei colleghi, o rispetto alle attese

      2. la verifica e l'illustrazione del grado di avanzamento degli obiettivi previsti dal Piano integrato 2020 e, in particolare, degli obiettivi funzionali attribuiti alla struttura di servizio e degli   obiettivi individuali o di gruppo (obiettivo INDPTA) assegnati al personale, resta sempre obbligatoria, a differenza del colloquio intermedio individuale sulle competenze organizzative. Tale verifica  può essere svolta coi singoli dipendenti in occasione del colloquio intermedio, se svolto, oppure in colloqui di gruppo, anche in modalità a distanza

All'interno della pagina intranet sulle procedure di valutazione del personale è disponibile la circolare 13 del 4.6.2020 che contiene le Linee guida per lo svolgimento del colloquio intermedio 2020.

Tutto il materiale relativo al ciclo della performance 2020 è disponibile alla pagina del sistema valutazione del personale tecnico amministrativo.