Per il personale TABS: rientro in presenza dal 03.05.2021

Per il personale TABS: rientro in presenza dal 03.05.2021

A partire dal 3.05.2021 i dipendenti che prestano attività che possono essere eseguite in smart working rientreranno in presenza due giorni alla settimana con i criteri indicati nella Circolare 48954 del 25.9.2020.

Svolgeranno la restante attività lavorativa in smart working sulla base delle norme che regolano il lavoro agile emergenziale dei lavoratori addetti a mansioni eseguibili in modalità "lavoro agile", in considerazione del DL 52 del 22.4.2021 che ha prorogato lo stato di emergenza fino al 31.7.2021.

Per esigenze di servizio e qualora le caratteristiche strutturali degli uffici, in riferimento ai protocolli di sicurezza, lo consentano, il personale potrà essere autorizzato a svolgere attività in presenza anche per più di due giorni alla settimana.

Nel caso in cui le caratteristiche strutturali degli uffici risultino inadeguate e/o non completamente conformi ai protocolli di sicurezza, la presenza in servizio sarà modulata per consentire gli interventi necessari all’adeguamento degli spazi/locali.

Lavoratori fragili

I lavoratori fragili potranno fruire di lavoro agile, secondo le prescrizioni loro indicate dal medico competente, sino alla fine dello stato di emergenza epidemiologica da COVID–19.

Telelavoro

Non è possibile utilizzare contemporaneamente l’istituto del telelavoro e svolgere la prestazione lavorativa in lavoro agile; pertanto il dipendente dovrà svolgere attività in presenza nei giorni in cui non usufruisce del telelavoro.

Nel caso sia necessario aumentare l’articolazione oraria definita nel progetto di telelavoro per consentire al dipendente di prestare un’ulteriore giornata in tale modalità, sarà possibile, sempre in accordo con il proprio responsabile, chiedere la relativa modifica.

I contratti di telelavoro che sono stati attivati nel 2021 sono di durata annuale, per quelli sottoscritti prima del 2021 la scadenza è fissata al 31.12.2021.

 

Invitiamo a consultare le FAQ sul rientro in servizio