Diritto allo studio

Permessi straordinari retribuiti per motivi di studio (150 ore) 2019/2020

    Si comunica che, in ottemperanza ai combinati degli art. 3 D.P.R. n. 395/88, art. 9 del D.P.R.  n. 319/90, art. 32 del C.C.N.L. 2008, della circolare della Funzione Pubblica n. 12/2011, il personale tecnico-amministrativo in servizio presso questo Ateneo potrà usufruire di permessi straordinari retribuiti di 150 ore individuali, per la frequenza a corsi destinati al conseguimento di titoli di studio universitari, post universitari, di scuole di istruzione primaria, secondaria e di qualificazione professionale, statali, pareggiate o legalmente riconosciute, o comunque abilitate al rilascio di titoli di studio legali o attestati professionali riconosciuti dall’ordinamento pubblico.

            Il personale con lavoro a tempo parziale potrà usufruire di un numero di ore di permessi straordinari retribuiti proporzionale all’orario di lavoro stabilito (138 ore per p.t. al 92%- 124 ore per  p.t all’83%- 112 ore per p.t al 75%- 75 per p.t al 50%- 45 ore per p.t. al 30%).

            Le ore di permesso straordinario retribuito possono essere utilizzate per la partecipazione alle attività didattiche o per sostenere gli esami che si svolgano durante l’orario di lavoro mentre non spettano per l’attività di studio.

            Il personale interessato potrà presentare apposita domanda utilizzando il modello domanda 150 ore disponibile qui sotto.

La domanda, completa di tutte le informazioni richieste, dovrà pervenire al settore scrivente, tramite e-mail all’indirizzo personale-tecnicoamministrativo@unige.it entro e non oltre il 30 settembre 2019.

Come da norma contrattuale ai dipendenti, iscritti ai corsi di studio previsti, saranno concessi permessi straordinari retribuiti, nella misura massima di 150 ore individuali per ciascun anno e nel limite massimo del 3% del personale in servizio al 1° gennaio 2019, con arrotondamento all’unità superiore.

Solo nel caso in cui il numero di richieste superi tale limite, verrà predisposta una graduatoria degli aventi diritto, secondo i criteri di precedenza definiti dalla contrattazione integrativa, stabilito che la precedenza sarà accordata, nell’ordine, ai dipendenti che frequentino corsi di studio della scuola media inferiore, media superiore, universitari, post-universitari.

Il personale che verrà autorizzato ad usufruire dei permessi straordinari di cui in argomento   sarà tenuto a certificare la frequenza alle scuole e ai corsi mediante puntuale compilazione di libretti che verranno forniti da questo settore e a giustificare l’assenza oraria con il giustificativo “PERMESSO 150 ORE DIRITTO ALLO STUDIO” (codice 8). Gli esami sostenuti verranno attestati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione di cui all’art. 46 del D.P.R. 445/2000 e reperibile qui sotto.

In mancanza di idonea certificazione i permessi utilizzati verranno convertiti in aspettativa per motivi personali senza diritto alla retribuzione.

            Si informa infine che il personale al quale viene riconosciuta la possibilità di usufruire dei suddetti permessi straordinari retribuiti per motivi di studio, ha diritto all’assegnazione di turni di lavoro che agevolino la frequenza ai corsi e a ore di tirocinio e non potrà essere obbligato a prestazioni di lavoro straordinario né al lavoro in giorni festivi o di riposo settimanale.

            Si ricorda inoltre che, al fine di sostenere il personale nel percorso di studio, oltre all’istituto sopra descritto, il dipendente potrà:

  • per le sole giornate che prevedano una prova di esame  utilizzare i permessi retribuiti previsti dall’art. 47, comma I, del C.C.N.L. 2016/2018, sino ad un massimo di 8 giorni per anno solare;
  • richiedere permessi brevi per motivi personali da recuperare non vincolati alle attività didattiche di cui sopra sino ad un massimo di 36 ore complessive nel corso dell’anno (art. 50 del C.C.N.L. 2016/2018).

 

Modello domanda premessi 150 ore

Dichiarazione sostitutiva di certificazione sostenimento esame

 

 

 

Iscrizione insegnamenti universitari (30 ore) e esonero tasse e contributi 2019/2020

Si informa che il Decreto Rettorale n.2778 del 5.07.2019, anche per l’a.a. 2019/2020, ha previsto l’esonero totale del pagamento della contribuzione, salvo il versamento dell’imposta di bollo, per il personale tecnico-amministrativo che si iscrive a singoli insegnamenti con possibilità di frequenza di due insegnamenti universitari nell’arco di un anno accademico, purché relativi a semestri distinti o di un insegnamento impartito in due semestri.

Si ricorda che entrambi gli insegnamenti  o il singolo insegnamento devono essere attinenti e avere una ricaduta positiva sull’attività lavorativa svolta, tenuto conto che di norma, non è consentita l’iscrizione a singole attività formative nell’ambito di corsi di studio ad accesso programmato.

Tanto premesso, si fa presente che l’iscrizione e la frequenza ad ogni singolo insegnamento è consentita solo in presenza di un’attestazione preventiva, da parte del responsabile della struttura, dell’attinenza e della coerenza del contenuto del singolo corso in termini di ricaduta positiva sul lavoro svolto ovvero soddisfacimento di esigenze di formazione/ aggiornamento in relazione all’attività lavorativa svolta.

Il personale interessato potrà far pervenire per posta elettronica a personale-tecnicoamministrativo@unige.it, apposita richiesta, utilizzando il modulo Richiesta permesso straordinario per iscrizione insegnamento universitario reperibile qui sotto unitamente all’attestazione del proprio responsabile di struttura in relazione a quanto sopra indicato. Tutta la documentazione dovrà essere debitamente firmata ed inviata al sopra indicato indirizzo in formato pdf entro 10 gg. dalla data di inizio delle lezioni dell’insegnamento prescelto.

In assenza dell’attestazione del responsabile della struttura, non sarà possibile consentire al/alla dipendente l’accesso alle agevolazioni previste nell’ambito dell’iniziativa in argomento.

Infine, si richiamano le modalità di partecipazione alle attività formative già indicate nella circolare n. 19 dell’11/9/2013, reperibile qui sotto e, in particolare:

<>-----la frequenza al singolo insegnamento sarà considerata ed equiparata ad attività formativa svolta, solo in caso di superamento del relativo esame finale.

 

Richiesta permesso straordinario per iscrizione insegnamento universitario

Regolamento contribuzione studentesca e benefici universitari

Circolare n. 19 del 11.09.2013